LA LIBIA, L’ITALIA E

LA PACE POSSIBILE NEL MEDITERRANEO.

Una qualificata delegazione di Libiche a Roma per partecipare in Parlamento ad un Seminario promosso da Minerva, e sostenuto dal MAECI, sul ruolo delle Donne per un futuro di democrazia.

Si svolgerà il prossimo lunedì 17 ottobre, presso la Sala Mappamondo della Camera dei Deputati, il Seminario La Strada Stretta della Ricostruzione Democratica in Libia e della Pace nel Mediterraneo. Il Ruolo delle Donne Libiche, dell’Europa e della  Cooperazione Internazionale, promosso e organizzato da MINERVA con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Porteranno i saluti istituzionali: Marina Sereni, Vice-Presidente della Camera dei Deputati; Giuseppe Perrone, Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente – Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza; Ahmed Elmabrouk Safar, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Libia in Italia. Per l’organizzazione non profit Minerva interverrà il suo Presidente, Pierluigi Severi.

Al Seminario parteciperà un qualificato panel di relatrici libiche e di relatrici/relatori italiani. In ordine di intervento:

Nihad Maaetig, Membro del Dialogo Nazionale Libico; Fabrizio Cicchitto, Parlamentare, Camera dei Deputati, presidente della Commissioni Affari Esteri e Comunitari; Amaal Altahir Alhaai, Attivista e presidente dell’associazione “Free Communications Development.org”; Lia Quartapelle, Parlamentare, Camera dei Deputati, membro della Commissione Affari Esteri e Comunitari; Samira Elmasoudi, Presidente dell’associazione “Development Organization in Support of Youth and Women in Libya”; Naima Gebril, Membro del Dialogo Nazionale Libico; Arturo Varvelli, Responsabile Osservatorio Terrorismo ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) ed esperto di Libia; Aisha Tablage, Membro del Parlamento libico; Yolanda Zaptia, Quotidiano “Libya Herald”, co-fondatrice dell’Impresa libica “Know Libya”; Vincenzo Nigro, Inviato de “La Repubblica”; Linda Lanzillotta, Vice presidente del Senato della Repubblica Italiana; Fawzia Abughalya, Membro del Parlamento libico; Sofia Amoddio, Parlamentare, Camera dei Deputati, Commissione Giustizia; Soad Shelli, Membro del Parlamento; Sultana Abdurrai, Membro del Parlamento libico; Hana K. Khalid Abudeb, Membro del Parlamento libico; Pier Ferdinando Casini, Presidente della Commissione Affari Esteri del Senato della Repubblica Italiana.

Il Seminario di Roma, che segue quello di Siracusa dello scorso 15 e 16 aprile, è l’ultima tappa del percorso progettuale La Partecipazione delle Donne Libiche al Processo di Pacificazione e Ricostruzione del Paese”.

Nel tempo, l’attività di cooperazione bilaterale ha alimentato una rete di relazioni con una vasta rappresentanza del mondo femminile libico, con la finalità di favorire e consolidare nuovi canali di dialogo tra le donne libiche, l’Italia, l’Europa e la Comunità internazionale, e di far valere i richiami della Risoluzione ONU 1325/2000, dando voce alle libiche del Dialogo Nazionale, alle parlamentari e alle rappresentanti di associazioni e forum della società civile, riconoscendone il contributo di partecipazione al superamento in senso democratico della crisi in Libia, che investe la sicurezza e la pace nel Mediterraneo.

MINERVA è una cooperativa non profit che opera in Italia, in Europa e nel Mondo. Nel corso degli anni ha ampliato la sua missione alla realizzazione di progetti di cooperazione internazionale, attività internazionali sostenute dal Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, dall’Unione Europea e da stakeholders pubblici e privati.

Tra le manifestazioni più significative, ogni anno promuove e organizza il PREMIO MINERVA ANNA MARIA MAMMOLITI, primo riconoscimento italiano dedicato alle donne, giunto quest’anno alla 26esima edizione con l’adesione del Presidente della Repubblica Italiana, e istituito da Anna Maria Mammoliti, fondatrice dell’associazione Il Club delle Donne nel 1983 e del mensile Minerva.

Pin It on Pinterest

Share This