Premio Minerva Anna Maria Mammoliti 2017

    Premio Internazionale What’s Up Giovani Talenti XI Edizione

 

Roma. 1 dicembre 2017. In una affollata Sala della Protomoteca in Campidoglio, si è svolta la Serata di premiazione della XXVIII Edizione del Premio Minerva Anna Maria Mammoliti. In apertura, il discorso della Presidente della XXVIII Edizione, l’Amb. Elisabetta Belloni, Segretario Generale della Farnesina, di Olga Mammoliti Severi, Presidente del Club delle Donne; per il Comune di Roma, l’On. Svetlana Celli, Vice Presidente della Commissione delle Elette di Roma Capitale,  e il messaggio della Sindaca Virginia Raggi. E il ringraziamento agli sponsor che hanno reso possibile la serata: Banca del Fucino, Fondazione Ania, Centro Servizi Matera, Luiss Guido Carli, Aitef, Diego Percossi Papi.

Ad inizio serata, il Premio Internazionale What’s Up Giovani Talenti, giunto ormai alla XI Edizione, presieduto da Riccardo Severi; il premio , che nasce con l’intento di valorizzare i nuovi talenti di domani, è stato consegnato a Brett Michael INNES, Premio alla REGIA. 34 anni, regista sudafricano, da Giorgia Farina (giuria); Premio alla MODA a Nadia SHAULOVA, stilista fondatrice del progetto “Social Fashion” che coniuga la moda come strumento per costruire, diffondere e “indossare” la pace, consegnato da Carlo Brugiotti (giuria).

Il Premio all’Uomo è stato assegnato a Filippo Grandi, Alto commissario dell’Agenzia dell’Onu per i rifugiati, Unhcr, a consegnare il premio la Presidente Elisabetta Belloni.

I riconoscimenti alle donne sono andati a 10 storie di eccellenza e talento al femminile. Dalla Turchia al Libano passando per l’Italia.
Per la sezione ‘Donne nel Mondo’ hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento – una spilla raffigurante la Dea Minerva disegnata dal Maestro Renato Guttuso nel 1983 – Fatma Sahin, Sindaca della città turca Gaziantep, premio all’ Impegno politico, a consegnarle il premio l’ Amb. Luca Giansanti, Direttore Generale degli Affari Politici e di Sicurezza del Ministero degli Esteri. May Chidiac, giornalista libanese e Fondatrice della ong May Chidiac Foundation, che ha ricevuto il premio ai Diritti Umani e Civili dall’ Ambasciatore italiano a Beirut, Massimo Marotti, e da Simone Ovart (giuria).

 

Le premiate italiane: Luciana Lamorgese (Alla Dirigenza), prefetto di Milano, a consegnarle il premio il Ministro degli Esteri, Angelino Alfano, ospite speciale; Cinzia Romani (Alla Cultura), critica cinematografica e scrittrice, premiata da Simonetta Matone e Gianni Letta (giuria); Fiorella Tosoni (All’Impegno Sociale), fondatrice dell’Associazione ”Andrea Tudisco” Onlus che opera con l’obiettivo di tutelare il diritto alla salute dei bambini ha ricevuto il premio da Isabella Rauti (giuria) e Simona Orsi (responsabile comunicazione Centro Servizi Matera); Paola Balducci (Alla Carriera), avvocato Penalista e attualmente componente laico del Csm, premiata da Carla Rabitti Bedogni e Elisabetta Muscolo (giuria); Angelita Luciani (Alla Competitività e Innovazione), Autorità di gestione della Regione Toscana per il fondo europeo di sviluppo regionale, a premiarla Elisabetta Muscolo (giuria); Giulia Minoli (Educational), project manager della Onlus CO2, premiata da Gianni Letta e Daniela Paola Viglione (giuria); Fabrizia D’Ottavio (Allo Sport per il sociale) ex ginnasta, premiata da Riccardo Viola (Presidente del CONI Lazio) e Eugenio Santoro (giuria); Chiara Di Malta (Alla Ricerca Scientifica), giovante ricercatrice dell’Istituto Tigem (The Telethon Institute of Genetics and Medicine) di Napoli, premiata da Beatrice Trinchese Marzano e Valeria Termini (giuria).
Molto apprezzata nel corso della serata la mostra di sculture di Paola de Gregorio. Tra le opere, tutte dedicate alla donna, alcuni ritratti che hanno ricevuto, nel tempo, il PREMIO MINERVA.

Con il consueto successo di partecipazione, si è chiusa la serata con il brindisi alla Terrazza Caffarelli.

 

RASSEGNA STAMPA

 

Fotogallery

Pin It on Pinterest

Share This