Premio Minerva 2011

 

XXII Edizione

Giovedì 24 novembre, a Roma

Sala della Protomoteca in Campidoglio.

Con l’Adesione del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ministro degli Affari Esteri, Presidenza della Regione Lazio, Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, Provincia di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico del Comune di Roma, Commissione delle Elette del Comune di Roma.

PREMIATE 
Tra le prestigiose donne premiate nella Serata della XXII edizione del Premio Minerva Anna Maria Mammoliti, spiccano due donne arabe: l’irachena Safia Al Souhail, deputata indipendente del Parlamento iracheno, Premio all’Impegno Politico: dopo l’assassinio del padre a Beirut nel 1994, accusato di preparare un golpe contro Saddam, ne ha preso il posto nell’opposizione irachena in esilio fino a quando è tornata in Iraq, nel 2003, da allora, in contrasto con la visione conservatrice “islamista”, continua il suo impegno di donna laica e liberale a sostegno dei diritti delle donne e della democrazia nel suo Paese; la yemenita, Arwa Othman, scrittrice, intellettuale e attivista umanitaria, che ha ricevuto il Premio ai Diritti Civili e alla Cultura, fondatrice e animatrice di istituto privato di raccolta, promozione e tutela del patrimonio culturale yemenita nel rispetto della tradizione e della diversità regionale e strenua attivista a favore dei diritti civili e contro il conformismo sociale, religioso e politico. Chiamati a consegnare il premio alle due donne arabe l’ambasciatore Mario Boffo e il Ministro Pl Stefano Queirolo Palmas del Ministero Affari esteri.

Dieci le Donne italiane che hanno ricevuto la preziosa spilla raffigurante la Dea Minerva disegnata dal Maestro Renato Guttuso nel 1983. Bianca Beccalli, docente universitaria e scrittrice, Premio all’Uguaglianza di Genere; Patrizia Barbalucca, responsabile della Casa Famiglia “La Valle dei Fiori”, Premio all’Impegno Sociale; Stefania Brancaccio, direttore generale della Coelmo S.r.l, Premio all’Imprenditoria; Daniela Rodorigo, direttore generale della Direzione Comunicazione e relazioni istituzionali del Ministero della Salute, Premio alla dirigenza nella pubblica amministrazione; Laura Pellegrini, presidente della Struttura tecnica di Monitoraggio sulla Sanità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Premio alla Carriera; Rosanna Purchia, sovrintendente del Teatro San Carlo di Napoli, Premio alle Arti; Maria Bianca Farina, amministratore delegato Poste Vita S.p.A e Poste Assicura S.p.A Premio al Management; Nicoletta Maraschio, presidente dell’Accademia della Crusca, Premio alla ricerca Scientifica e Culturale; Maria Criscuolo, presidente gruppo Triumph, Premio Minerva- Il Club delle Donne.

Il Premio Minerva all’Uomo è stato consegnato a Abdulcadir Omar Hussein, responsabile del centro per la cura e prevenzione delle mutilazioni genitali femminili all’Ospedale Carecci di Firenze.

La consegna dei premi è stata fatta dalla presidente del Premio Simonetta Matone, da Beatrice Mancini, segretaria del Club delle Donne, e dai membri della Giuria. Maria  Pia Ammirati, Maria Contento, Gaetano Coscia, Monica Lucarelli, Simone Ovart, Carla Rabitti Bedogni, Isabella Rauti, Eugenio Santoro, Pierluigi Severi, Valeria Termini, Daniela Valentini, Daniela  Paola Viglione. A condurre la serata, la giornalista Serena Specchi.

il Premio What’s Up Giovani Talenti, giunto alla sua quinta edizione. Presieduto da Riccardo Severi, Direttore Responsabile della rivista What’s Up, ha visto quattro giovani premiati: Luca Ravagnan, Gabriele Corbelli e Cristian Ghisleri, Premio What’s Up alla Ricerca; Marcello Simoni, Premio What’s Up alla Cultura.

 

LE PREMIATE DELLA XXII EDIZIONE DEL PREMIO MINERVA ANNAMARIA MAMMOLITI

“Voglio cogliere l’occasione per esprimere tutto il mio apprezzamento per la vostra iniziativa, che negli anni ha saputo conquistarsi un ruolo e una visibilità di tutto rispetto nel panorama nazionale e internazionale.

Il premio Minerva e il club delle donne, fondati da Anna Maria Mammoliti nel 1982-83, sono ormai una “holding di saperi” che riunisce eccellenze femminili da tutto il mondo e che tocca ogni settore, dalla politica alla Cultura, dall’Economia allo Sport.

Certo che riusciremo in una delle prossime occasioni a incontrarci di persona, mi fa piacere nel frattempo inviare i miei più affettuosi saluti a tutti gli organizzatori del premio, alla giuria, e a tutti i presenti, e formulare le mie più sentite congratulazioni alle vincitrici.”
Nicola Zingaretti

Fotogallery

Pin It on Pinterest

Share This