Premio Minerva 2005

 

XVI EDIZIONE

SALA DELLA PROMOTECA IN CAMPIDOGLIO

GIURIA
Sergio Bille’, Luciano Caglioti, Laura Cioli, Fernanda Contri, Gaetano Coscia, Sandro Curzi, Teresa De Santis, Gian Maria Fara, Liliana Ferraro, Gianni Letta, Doris Lo Moro, Simonetta Matone, Ombretta Pacilio, Fabio Pistella, Daniela Valentini, Umberto Vattani

LE PREMIATE

PREMIO ALLA DIRIGENZA


Iolanda Brunetti, nominata nel 1995 Ambasciatore a Tashkent in Uzbekistan e successivamente accreditata anche in Tagikistan, dal 2005 le è stato affidato dall’ente intergovernativo Idlo l’incarico speciale di coordinatore per la riforma della giustizia in collaborazione con il nuovo governo afgano. E’ stata una delle prime donne in Italia ad essere nominata ambasciatore dall’apertura delle carriera diplomatica anche alle donne.

PREMIO ALL’IMPRENDITORIA

Maria Gloria Ciani, è amministratore delegato della Pilade e Giani azienda marittima e casa di spedizioni internazionali, fondata a Livorno nel 1887 dal suo bisnonno. E’ presidente nazionale della Wista Italia (associazione nazionale femminile marittime italiane)

PREMIO DE ” IL CLUB DELLE DONNE”

Patrizia Molinari, Docente di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti, le sue opere sono state esposte in prestigiose mostre personali, dall’Accademia italiana delle arti di Londra, alla Chicago Art Fair; fra le sue realizzazioni più note ricordiamo il grande obelisco di Tor Bella Monaca di Roma. La sua arte è stata definita momento di riflessione per ri-scoprire il rapporto con la materia, in un itinerario di ricerca, di approfondimento, di stimolo per straordianarie avventure emozionali.

MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Germana Giacomelli, una donna straordinaria che con l’aiuto delle sue due sorelle nubili e del marito, Giampaolo, panettiere artigiano, manda avanti la sua piccola grande tribù di 33 figli tra naturali, adottati e in affidamento.

PREMIO ALLA FINANZA

Carla Rabitti, Professore ordinario di Diritto dei mercati finanziari presso l’ Università degli Studi di Roma La Sapienza, per più di dieci anni è stata componente del Consiglio di Amministrazione di una delle più importanti società di intermediazione finanziaria. Ha partecipato alla elaborazione della riforma del diritto delle società di capitali e alla legge delega di modifica della legge fallimentare, è stata membro della commissione per la stesura del codice delle assicurazioni. Oggi è una specialista di banche e finanza, argomento sul quale ha pubblicato monografie e saggi. Proprio la sua lunga esperienza nella materia le è servita per la prestigiosa nomina a commissario Consob, prima donna ad affrontare questo compito impegnativo.
PREMIO PER LA RICERCA SOCIALE
 

Elisabetta Sartori, Laureata in filosofia, è capo dipartimento per la cultura e lo spettacolo e vice-direttore dell’Eurispes (istituto di studi politici, economici e sociali). insegna sociologia generale alla Link Campus University of Malta. Autrice di diverse pubblicazioni per l’Eurispes, ha scritto saggi e racconti per la rivista Micromega e diversi articoli per la pagina culturale del quotidiano il tempo.

PREMIO ALLA CARRIERA


Rossella Silvestrini, Docente in Immunoistochimica normale e patologica all’Università statale di Milano, ha svolto un’attività scientifica imponente con la pubblicazione di oltre 300 lavori su riviste internazionali e la partecipazione a più di 500 congressi nazionali ed internazionali. Numerosissimi i suoi incarichi presso il Ministero dell’Università e della ricerca scientifica e tecnologica, così come quelli in qualità di componente di commissioni speciali per il ministero della salute. Presidentessa del consiglio scientifico di alcuni importanti istituti di ricerca del Cnr, è attualmente componente del Comitato scientifico del progetto terapia dei tumori (Italia-Usa) promosso dall’Istituto Superiore di Sanità su incarico del Ministero della Salute.

PREMIO PER LA SCIENZA

Anna Tramontano si è dedicata a mettere a punto un nuovo sistema per rendere fruibile a tutti i ricercatori l’enorme mole di dati prodotti nei laboratori di tutto il mondo. per questo è diventata un punto di riferimento nel panorama internazionale, assumendo posizioni di rilievo negli sforzi diretti alla comprensione della struttura e funzione di queste molecole, passo indispensabile nel cammino verso quei grandi benefici per la salute e la qualità della vita che ci aspettiamo derivino dalla ricerca.
 
PREMIO AL BUON GOVERNO AMMINISTRATIVO

Andrea Monorchio. Il premio gli è stato assegnato per la serietà ed il rigore dei suoi 20 anni dedicati alla gestione del denaro pubblico e al difficile compito di far quadrare il bilancio pubblico. La scelta di premiare Andrea vuole sottolineare il suo lavoro appassionato che si è sempre ispirato ad un modello di progresso capace di coniugare sviluppo economico, equità sociale, valori democratici.

PREMIO ALL’IMPEGNO CIVILE


Guido Bertolaso, nominato commissario vicario per il grande giubileo dell’anno 2000 con delega per tutte le attività operative connesse all’organizzazione dell’evento, è stato il responsabile dell’organizzazione dei principali eventi giubilari compresa la Gmg di Tor Vergata. Direttore generale dell’Ufficio nazionale per il servizio civile in sostituzione di quello militare, il 7 settembre 2001 è stato nominato, dal consiglio dei ministri, capo del dipartimento della protezione civile.

PREMIO INTERNAZIONALE


Sheikha Lubna Al-Qasmi, Ministro dell’Economia e della Pianificazione degli Emirati Arabi Uniti, prima donna a ricoprire, nel suo Paese, una carica di governo.

PREMIO PER L’EQUILIBRIO E PER LA COERENZA


Tullia Zevi, Sulla Torah è scritto che nella vita di un individuo è importante trovare un amico ed un maestro. La prof.ssa Zevi è per tutti noi un esempio straordinario di impegno civile e la sua testimonianza rafforza ciò che il PresidenteCciampi ha definito la cultura attiva al servizio della collettività. Scampata agli orrori delle leggi razziali e della guerra ha avvertito l’esigenza di contribuire alla ricostruzione delle comunità ebraiche decimate. Come giornalista e come dirigente comunitaria ha ricercato la verità oltre le apparenze, oltre il muro di diffidenza che spesso divide le persone, impegnandosi concretamente per costruire una società, democratica, laica e pluralista.

 

 

 

Fotogallery

Pin It on Pinterest

Share This