Premio Minerva 2004

 

XV EDIZIONE

PALAZZO VENEZIA ROMA 26 NOVEMBRE

GIURIA
Valentina Aprea, Margherita Boniver, Laura Cioli, Ombretta Colli, Sandro Curzi, Teresa De Santis, Franco Di Mare, Alain Elkann, Liliana Ferraro, Gianfranco Imperatori, Gianni Letta, Simonetta Matone, Luigi Mazzella, Enzo Mei, Andrea Monorchio, Egidio Pedrini, Carla Rabitti, Anna Serafini, Umberto Vattani, Claudio Velardi.

PRESENTATRICE

Marisa Laurito

LE PREMIATE

PREMIO PER LA DIRIGENZA 

Silvana Amadori, dal 1989 è Dirigente Generale nei ruoli della Ragioneria Generale dello Stato. Al Ministero del Tesoro dal 1967. Le è stata attribuita la titolarità dell’Ispettorato Generale per i Rapporti Finanziari con l’Unione Europea (I.G.R.U.E.) che attualmente dirige. È membro di Comitati e Gruppi di Lavoro, in sede comunitaria e internazionale.

PREMIO PER L’IMPRENDITORIA

Anna Maria Artoni, presidente dei Giovani Imprenditori e vicepresidente di Confindustria dal 17 aprile 2002. Tra gli altri importanti incarichi è Vicepresidente e Membro del Consiglio di Amministrazione di Artoni Trasporti Spa, azienda di famiglia, comparto tradizionale ed espresso. L’anno scorso è stata designata dal governo italiano a far parte dell’Advisory Board per la modernizzazione della Pubblica Amministrazione e dell’Advisory Board sull’Innovazione Tecnologica. È Consigliere d’Amministrazione dell’Università Luiss Guido Carli.

PREMIO PER LA RICERCA CULTURALE 

Gabriella De Monte, ha conseguito il diploma di restauratore presso l’Istituto Centrale del Restauro a Roma. Opera in diversi settori: dipinti su tela, su tavola, murali, intonaci, mosaici e altri manufatti. Tra i suoi restauri più importanti ci sono: le Chateau di Versailles, la Basilica Superiore di S. Francesco ad Assisi, il Museo del Louvre a Parigi, S. Luigi dei Francesi, ad Avignone il Palazzo dei Papi, Palazzo della Consulta per la Corte Costituzionale, Villa Medici, Palazzo Spada (Consiglio di Stato) e molti altri sia in Francia che in Italia, in città quali Napoli, Firenze, Pienza, Treviso, Venezia, Reggio Calabria, Assisi e Padova.

PREMIO PER LA RICERCA SCIENTIFICA 

Cecilia Saccone, professore di Biologia Molecolare presso la Facoltà di Scienze dell’Università di Bari dal 1973, è stata Presidente dell’Area di Ricerca del CNR di Bari dal 1987 al 2000. Attualmente è a capo della Sezione di Bioinformatica e Genomica dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del CNR e membro della European Molecular Biology Organization. Negli anni Ottanta è stata protagonista, a livello europeo e internazionale, della nascita e del consolidarsi dei settori disciplinari afferenti alla bioinformatica. Ha coordinato il progetto speciale di Bioinformatica finanziato dal CNR negli anni 1993-94 ed è stata coordinatore scientifico di DNA mitocondriali di Metazoi (MitBase), che è una raccolta di varianti di DNA mitocondriali classificati secondo una struttura di dati ben definita.

PREMIO de “IL CLUB DELLE DONNE” 

Donatella Caserta, numerosissime le pubblicazioni attinenti alla sua professione di Medico e Ricercatore. È la più giovane ordinaria di Cattedra in Italia. Si è laureata nel 1982 in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con il massimo dei voti. Nel 1987 ha conseguito la Specializzazione. Nel 1993 è diventato Dottore di Ricerca in Biotecnologia e Biometria. Dal 1994 è Ricercatore Universitario presso l’Università de l’Aquila. Attualmente è Dirigente Medico di Primo Livello. Presso la stessa Università, nel 2000, ha ottenuto l’idoneità ad un posto di Professore associato nello stesso settore disciplinare. Nel 2004 è stata nominata Professore di Prima Fascia. Membro della Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia (SIGO), Membro dell’Associazione Ginecologi Universitari Italiani (AGUI) e di numerose altre Società tra le quali quella Europea di Sterilità e Riproduzione Umana (ESHRE).

PREMIO PER LE PROFESSIONI

Livia Iaccarino, conduce, con il marito Alfonso, il ristorante “Don Alfonso” 1980 situato nel complesso alberghiero paterno a Sant’Agata sui due Golfi. Il fiore all’occhiello è la cantina d’invecchiamento, dove in un habitat di tufo e pietra vesuviana sono custodite le etichette più prestigiose del mondo. Tra i numerosi riconoscimenti vogliamo ricordare: 3 stelle guida Michelin nel 1997-’98-’99-2000-’01; membro di Relais &Chateaux e di Tradition & Qualità. La grande curiosità l’ha spinta a studiare i tremila anni di storia del vino e del cibo del Sud attraverso i testi dell’antica Università di Portici. Ha creato l’azienda agricola Le Peracciole che è parte integrante del ristorante. Da essa provengono olio extravergine, olive, erbe officinali, ortaggi, frutta. Proviene da una famiglia di albergatori che svolge questa attività da quattro generazioni.

PREMIO UNA COPPIA PER L’ARTE

Rada Rassimov e Andrea Andermann, d’origine serba, di nome Rada, attrice di cinema, televisione, teatro, produttore esecutivo e grande collaboratrice di Andrea Andermann, albanese di nascita, poliglotta, regista, produttore, fotografo, ideatore di grandi eventi. Sempre in attiva collaborazione, Andrea e Rada, hanno realizzato grandi eventi musicali legati alla lirica, la cui originalità sta nell’avere coniugato l’evento televisivo ad alcune grandi opere liriche. Dei loro lavori ricordiamo da ultimo : “Armata Russa in Vaticano” diretta mondiale alla presenza di Papa Wojtyla che ha ringraziato pubblicamente Andrea Andermann. Prima “La Traviata à Paris” diretto da G.Patroni Griffi e “Tosca nei luoghi e nelle ore di Tosca” 3 Emmy Awards.

PREMIO PER LA POLITICA 

Khalida Messaoudi, 45 anni, dal 2001 ministro della Comunicazione e della Cultura algerina, è una delle icone del movimento per i diritti delle donne nei Paesi arabi. Di origine cabila, ex insegnante di matematica in due licei di Algeri, dieci anni fa ha vissuto in semiclandestinità nel suo Paese, condannata a morte dagli estremisti islamici che insanguinavano l’Algeria. Contro il retrivo Codice della famiglia del 1985, ha fondato la prima associazione indipendente di donne algerine: l’Associazione per l’uguaglianza tra l’uomo e la donna davanti alla legge, che tuttora presiede. Eletta in Parlamento nel 1997.

 
PREMIO PER L’IMPEGNO POLITICO E SOCIALE

Zeinab Radwan, per il coraggio e la determinazione con i quali porta avanti la sua “illuminata” lettura del Corano, rispettosa verso il mondo femminile. È docente di Filosofia all’Università del Cairo, Membro del Consiglio Nazionale delle donne (NCW) e Membro del Consiglio Politico Superiore del Partito democratico (NDP). Tra le sue pubblicazioni: Il concetto religioso del velo tra le studentesse universitarie, La rivitalizzazione dell’Islam tra incoscienza e estremismo, L’Islam e i problemi delle donne. Ha tenuto numerose conferenze in Francia, Pakistan, Tunisia, USA, Libano e Africa. Tra i riconoscimenti ricevuti: Certificato e Medaglia d’onore della First Lady d’Egitto nel 1996 per aver partecipato alla stesura della Legge per l’infanzia; nel 2003 l’Onorificenza dell’Associazione per lo sviluppo e l’avanzamento delle donne (ADEW). Il suo profilo è stato inserito nell’Enciclopedia Nazionale delle figure eminenti d’Egitto.

 
PREMIO ALLA CARRIERA 

Wanda Ferragamo, è a capo del gruppo dal 1960. Prima da sola e poi con l’aiuto dei sei figli è riuscita a superare con successo gli enormi problemi di un’eredità impegnativa come quella lasciatale dal marito. Grazie alla sua intelligenza, alla sua fermezza di carattere e alla sua lucida visione economico-commerciale, oggi la Salvatore Ferragamo è diventata una grande casa di moda. Tra i molti e prestigiosi riconoscimenti in Italia e nel mondo ricordiamo: 1987 Cavaliere del Lavoro della Repubblica italiana, nel 1992 a San Francisco il “Mary Ann Magnin Award, nel 1997 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Italiana il premio “Qualità Italia” per i risultati commerciali della sua azienda, nel 2003 a New York ha ricevuto il titolo di “2003 Entrepreneurial Champion” e nel 2004 è stata nominata “Cavaliere di Gran Croce” dal Presidente della Repubblica Italiana.
 
PREMIO ALL’UOMO

Padre Pierbattista Pizzaballa, è il nuovo Custode di Terra Santa, nominato dal Definitorio Generale dei Frati Minori ed approvato dalla Santa Sede. Sacerdote dal settembre del 1990, dopo il primo ciclo di studi filosofico-teologici ha conseguito il Baccellierato in Teologia il 19 giugno 1990 presso il Pontificio Ateneo Antonianum di Roma. Ha compiuto gli studi di specializzazione presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme, ottenendo la licenza in Teologia Biblica nel 1993 e successivamente ha conseguito il grado di Master presso l’Università Ebraica di Gerusalemme. È stato assegnato alla Custodia di Terra Santa nell’Ottobre 1990. Il 9 maggio 2001 è stato nominato Superiore del Convento dei Santi Simeone e Anna a Gerusalemme.

PREMIO ALLO SPORT

Valentina Vezzali, scopre la scherma all’età di sei anni, quando la sorella Nathalie la porta nella sala di Jesi. È il 1980, impugnato per gioco il primo fioretto non lo lascerà più. Dal 1999 è in forza al Gruppo Sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato. A Squadre ha vinto due medaglie d’Oro, ad Atlanta nel 1996 a Sydney nel 2000. Negli Individuali ha vinto l’Argento ad Atlanta nel 1996 e due medaglie d’Oro a Sydney nel 2000 e l’estate scorsa ad Atene.

Fotogallery

Pin It on Pinterest

Share This