ITALIA-LIBIA. DONNE AL CENTRO DI PROCESSI DI INSTITUTION BUILDING Progetto organizzato da Minerva con il sostegno del MAECI Azioni di sostegno e formazione alle donne libiche impegnate nelle comunità locali, per favorire la riconciliazione, migliorare la governance territoriale e per costruire dal basso democrazia e sviluppo. Progetto avviato il 9 Aprile 2018 Durata: 1 anno Le principali fasi di implementazione.1) Attività di Ricerca. E’ stata avviata l’ analisi delle zone e municipalità in cui si intende operare in termini di punti di forza e di debolezza, e la strategia prescelta. Alle referenti libiche è stata affidata la parte di ricerca relativa ai punti qui di seguito indicati, da cui ci attendiamo informazioni e dati: a) sulle municipalità prese in esame e le donne beneficiarie con riguardo a; 1) la realtà demografica ed economica-sociale di ognuna delle municipalità individuate (raccolta dati disponibili); 2) come sono composti oggi i Consigli Distrettuali (raccolta dati disponibili); 3) qual è la legge elettorale in vigore per l’elezione dei Consigli Distrettuali; 4) qual è il rapporto istituzionale tra Stato/Regione e Consigli Distrettuali; 5) le priorità sociali locali che le donne amministratrici devono affrontare. b) sugli input e i contenuti formativi in stretta cooperazione bilaterale per condividere i fabbisogni locali. Ad inizio 2019, si terrà il secondo Seminario a Roma I temi indicati nel programma formativo sono stati riesaminati con l’obiettivo di rafforzare il ruolo strategico degli enti territoriali e della governance libica, non solo per le funzioni amministrative, ma anche per quelle di carattere istituzionale e programmatorio dalle quali dipendono l‟attuazione di politiche di promozione dello sviluppo sociale, economico, educativo, giurisdizionale e politico. Ciò implica: raccogliere le istanze del territorio, trasformare le istanze in progetti finanziabili, individuare le fonti di finanziamento, favorire una politica tesa alla riconciliazione e alla costruzione di una comunità consapevole e di un sistema Paese. Su tre orizzonti: a) un orizzonte della democrazia in grado di integrare forma rappresentativa e forma deliberativa, costruendo un senso di cittadinanza nell’Unità dello Stato libico; b) un orizzonte della tecnica amministrativa in grado di incrementare le competenze del ceto amministrativo locale; c) un orizzonte in cui protagoniste del cambiamento siano le donne amministratrici, con conoscenze nuove, frutto di interazioni fra saperi esperti e saperi dell’esperienza nelle specifiche società locali e nel processo di governance A) Lo Stato e l’ auto-governo locale: le pratiche istituzionali. La gestione amministrativa e finanziaria. I programmi: riduzione della povertà e disoccupazione; sviluppo rurale e salute alimentare; gestione delle risorse naturali, con particolare riferimento all’acqua e alla gestione rifiuti; servizi socio-sanitari; istruzione ai bambini e giovani; empowerment femminile e l’inserimento lavorativo dei gruppi vulnerabili (tra cui, i diversamente abili); le infrastrutture; la cultura e l’arte. B) Donne e media locali: la comunicazione pubblica per divulgare l’attività di governance locale e rafforzare la leadership femminile.

 

Secondo Seminario a  Roma ” Italy-Libya. Women in municipalities. Territorial governance and strengthening the capacity of local municipalities for mediation and promotion of a conflict pacification culture

11 Marzo 2019 Camera dei Deputati, Sala Mappamondo

INVITATION 

COMUNICATO STAMPA 

       Italia-Libia: A Roma Donne protagoniste, tra cambiamento ed empowerment, per promuovere il ruolo delle Autonomie Locali nel processo di riconciliazione nazionale

Si svolgerà l’11 Marzo Roma, presso  la Camera dei Deputati, il Seminario Italia-Libia. Le donne nelle municipalità. Governance territoriale e rafforzamento della capacità delle municipalità nell’attività di mediazione e promozione di una cultura di pacificazione dei conflitti”, promosso e organizzato da MINERVA con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI).

Il Seminario di Romache segue quello dello scorso 17-18 dicembre a Siracusa, è parte del Progetto “Italia-Libia. Donne amministratrici locali-Azioni di sostegno e formazione alle donne libiche impegnate nelle comunità locali, per migliorare la governance territoriale e per costruire dal basso democrazia e sviluppo orientato a incrementare le competenze del ceto amministrativo locale rappresentato dalle donne libiche, a mobilitare risorse intellettuali ed economiche su investimenti formativi e di empowerment, a sostenere il ruolo fondamentale delle donne impegnate nelle municipalità delle tre regioni della Libia, Tripolitania, Cirenaica e Fezzan, dove rappresentano la grande speranza di dare al futuro libico nuova linfa democratica, coniugando l’ impegno personale e collettivo dal basso nelle operazioni di state-building con gli sforzi nazionali e internazionali, in prima linea l’Italia, per dare stabilità politica e un assetto istituzionale fondato sull’equilibrio tra Stato unitario e autonomie locali.

Porteranno i Saluti Istituzionali, per il MAECI il Cons. Andrea Catalano, Capo Ufficio Maghreb, Direzione Generale Affari Politici e Sicurezza, l’Ambasciatore di Libia, S.E. Omar Abdelsalam Al Tarhouni, per Minerva Pierluigi Severi, Capo progetto.

Interverrà l’On. Emanuela Del Re, Vice Ministro del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Al Seminario, nella delegazione libica composta da 12 donne amministratrici locali, parlamentari e attiviste, ci saranno anche Milad A M TaherMinistro del Governo Locale, Iman M. A Ben YounisMinistro per gli Affari Istituzionali, Mohamed S.A. Alsallak, Portavoce dell’Ufficio Presidenziale Libico, Mohamed Abuabdalla Rageb DabaDirettore del Dipartimento Informazione del Ministero degli Interni del Governo di Accordo Nazionale.

Gli esperti che si confronteranno e daranno vita al dibattito, in ordine di intervento:

Amaal Altahir Alhaaj, Board Director “Free Communications Development.org”; Marta Grande, Presidente Commissione Affari Esteri e Comunitari della Camera dei Deputati;Haniya Abu KhiraisMembro del Consiglio Municipale di Sirte (Responsabile Donne, Salute e Bambini); Annamaria Meligrana, Esperta di Cooperazione, Ufficio VII- Emergenza e Stati Fragili, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS)Huda A Abdusamad, Attivista; Samira El Masoudi, Presidente “Development Organization in Support of Youth and Women in Libia”; Ebtisam A O Salem, Parlamentare; Daniela Paola Viglione,  Direttore scientifico di Italiadecidedocente del corso “Energia nella Regione araba” al Master “Economia e Istituzioni dei Paesi Islamici” dell’Università LUISS; Naeimah Ammad Kireed, Attivista,“Free Communications Development.org”;

Piero Fassino, Vice Presidente della Commissione Affari Esteri e Comunitari della Camera dei Deputati, Rappresentante del Congresso dei Poteri Locali del Consiglio d’Europa per il Mediterraneo; Lia Quartapelle Deputata, Commissione Affari Esteri e Comunitari della Camera dei Deputati; Asma Elkhuja, Parlamentare; Sultana M.A Abdurrahim, Parlamentare; Anna Mastromarino, Prof.ssa di Diritto Pubblico Comparato Università di Torino;

Najiyah Jibreel, Membro del Consiglio Municipale di Bengasi; Stefano Rolando, Professore di Teoria e Tecnica della Comunicazione pubblica alla IULM di Milano; Enaam Othman I Alturki, Membro del Consiglio Municipale Tripoli; Angela Caponnetto, inviata di Rainwes24; Hana K Khalid AbudebParlamentare; Khadeejah Altahir Alhabeeb, Membro del Consiglio Municipale di El Grefa – Fezzan.

MINERVA

È una cooperativa non profit che opera in Italia, in Europa e nel Mondo. Nel corso degli anni ha ampliato la sua missione alla realizzazione di progetti di cooperazione internazionaleattività internazionali sostenute dal Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale (MAECI) e dall’Unione Europea.

Tra le manifestazioni più significative, ogni anno promuove e organizza il PREMIO MINERVA ANNA MARIA MAMMOLITI, primo riconoscimento italiano dedicato alle donne, con la medaglia del Presidente della Repubblica, creato da Anna Maria Mammoliti, fondatrice dell’associazione Il Club delle Donne nel 1983 e del mensile Minerva, a lei intitolato dopo la scomparsa nel 2009.

 

Primo Seminario a Siracusa Seminario “Italia-Libia- I tre orizzonti della governante locale: donne protagoniste del buon governo locale, competenza amministrativa, sviluppo territoriale”

17 – 18 Dicembre  2108  presso The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights

 

INVITO

COMUNICATO STAMPA

RASSEGNA STAMPA 

PHOTO GALLERY

 

 

Pin It on Pinterest

Share This