Minerva non profit aderisce alla Giornata mondiale delle Nazioni Unite dedicata alle persone con Albinismo, che colma un ritardo della comunità internazionale nell’affrontare e risolvere una delle più atroci questioni di discriminazione e violenza ancora presente in molti Paesi dell’Africa, in particolare dell’Africa sub-sahariana.
Nella nostra attività di cooperazione internazionale a tutela dei diritti delle minoranze sentiamo più che mai urgente e necessario l’impegno a partecipare alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui diritti degli albini spesso violati fino ad essere vittime di documentate atrocità a causa di antiche credenze popolari.
In tale direzione, richiamiamo il fondamentale dovere delle Nazioni Unite a supportare l’impegno delle Associazioni a tutela delle persone con albinismo volte a superare le criticità che tuttora impediscono l’effettiva tutela dei loro diritti umani e civili. Nella diretta esperienza di Minerva in Swaziland, abbiamo constatato che qualcosa si muove: una Associazione già coinvolta in una Task Force interministeriale, sotto il Deputy Ministry Office – Disability Unit, è il primo impegno concreto che si è prefissato il compito di censire le persone con albinismo nel Paese. Un approccio tuttavia ancora del tutto insufficiente. Le Nazioni Unite e la EU devono spingersi oltre il pur importante messaggio che viene dalla Giornata mondiale, investendo risorse per monitorare le violazioni e per chiedere alle Istituzioni africane di intraprendere subito le misure necessarie per garantire i diritti delle persone con albinismo, ponendo fine ad una insensata quanto spietata storica discriminazione.

Pin It on Pinterest

Share This